Descrizione immagine

CONSORZIO PER LA COSTRUZIONE E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI E DEI SERVIZI DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI SA/4

COMMIISSARIATO AI SENSI DEGLI ARTT. 11 E 12 del D. L. n. 195 del 30.12.09

Il territorio dei Comuni appartenenti al Bacino Salerno 4 si estende per circa 1.350 km2 e interessa il complessivamente 49 Comuni, la maggior parte dei quali fanno parte del Parco Nazionale del Cilento - Vallo di Diano. Il resto del territorio è diviso in 4 comunità montane, come è evidenziato dalla cartina. L'area è morfologicamente accidentata: sono presenti rilievi di altezza superiore ai 1.700 m s.l.m. come il Monte Cervati (1.899 m) ed il M. Sacro (1.705 m). La linea di costa si estende dal territorio del Comune di Agropoli fino a quello di Camerota per circa 100 km comprendendo spiagge e costiere di indubbio pregio naturalistico. I centri abitati sono generalmente di piccole o medie dimensioni, il Comune maggiormente popolato è Agropoli (circa 19.495 abitanti), mentre quello con meno residenti è Serramezzana (398 abitanti) secondo i dati ISTAT relativi al 2001. La morfologia del territorio e il particolare reticolo viario hanno favorito una diversificazione socio-economica dei diversi centri: i Comuni costieri hanno infatti orientato la loro economia verso il turismo estivo, mentre i Comuni più interni non hanno potuto sfruttare questa opportunità, penalizzati dalle vie di comunicazione non certo facilmente transitabili. Questo stato di cose consente di individuare nelle vie di comunicazione vere e proprie "arterie strategiche" che permettono di suddividere il territorio in aree omogenee. Seguendo il suddetto criterio è infatti possibile suddividere il territorio in quattro diverse tipologie di Comuni:


A) COMUNI COSTIERI: sono i Comuni situati lungo la costa; sono in genere composti di alcune frazioni ciascuno e hanno la particolarità di essere soggetti ad un forte afflusso turistico nel periodo estivo. La popolazione presente sul territorio comunale arriva anche a decuplicarsi nei periodi di punta. Il tipo di turismo è "residenziale" (seconde case) mentre le strutture alberghiere non sono numerose. Lungo la costa sono presenti numerosi campeggi. La particolare tipologia edilizia del luogo prevede un "nutrito" numero di case sparse sul territorio, dando così origine a zone non densamente popolate dove abbondano ville e villette. I Comuni costieri, oltre ai normali servizi che svolgono gli altri Comuni devono predisporre il servizio di pulizia spiagge. La strada costiera costituisce l’unico elemento di raccordo tra i Comuni della zona in esame.


B) COMUNI LIMITROFI ALLA VARIANTE 18: si tratta di Comuni il cui territorio non è di tipo costiero e che sono accomunati dall'essere dislocati in prossimità (o a breve distanza) della grande arteria rappresentata dalla Statale 18. Peculiarità di questi Comuni è la facilità (rispetto agli altri centri del Bacino) delle comunicazioni e dei trasporti verso l'esterno del Bacino. Si tenga presente che la Superstrada taglia praticamente in due l'intero territorio del Consorzio favorendo al contempo gli spostamenti tra i vari centri abitati. Il tracciato della Variante 18 è praticamente parallelo alla linea di costa che corre a circa 20¸ 30 km più a Ovest.

 

C) COMUNI MONTANI: sono i Comuni delle zone più interne del Bacino. Sono tutti di piccole dimensioni; essi risultano ulteriormente suddivisi in frazioni dislocate eterogeneamente sul territorio. La viabilità è costituita da strade comunali di collegamento tra i diversi centri che risultano spesso posizionati in prossimità delle cime dei monti. Le strade non sono quindi agevoli perché di carreggiata ridotta e a causa del tracciato assai tortuoso. I Comuni montani sono localizzati in due distinte zone del Bacino, una servita dalla SS 488 (Zona di Gioi, Campora, Felitto) e l'altra situata alle falde del M. Centaurino (zona di Laurito, Alfano, Rofrano). I collegamenti tra le due aree sono consentiti solamente utilizzando la già citata Variante 18 o tramite un ampio giro verso est che arrivi fino all'autostrada A3 nell'area di Sala Consilina. Per i Comuni Montani il principale problema relativo al servizio di smaltimento degli RSU è l'alto costo per il trasporto in discarica.

 

D) Zona del Monte Stella: si tratta di 6 Comuni i cui territori sono dislocati sul M. d. Stella (1.131 m s.l.m.). Pur essendo geograficamente prossimi al mare, questi centri non godono dello sviluppo legato all'industria del turismo a causa della posizione defilata rispetto alle principali località balneari ed a causa della posizione arroccata sulle pendici del Monte. Si tratta di centri che non superano i 2.000 abitanti residenti e che sono soggetti a scarso afflusso estivo (in generale limitato al rientro di emigrati). I Comuni di questa zona sono uniti da una strada che forma un anello intorno al monte; sono presenti collegamenti a mezzo di strade alquanto tortuose con le principali vie di comunicazione della zona (strada litoranea e SS 18).

 

Descrizione immagine

Co.Ri.Sa/4 - sede legale: Via Largo Calcinali, 3 84078 Vallo della Lucania (SA)

- p.iva 03355160650 c.f. 93007900652- corisa4@pec.it